UA-133840645-1
La versione del tuo browser è obsoleta. Consigliamo di aggiornare il browser alla versione più recente.

Giornalista pubblicista

- Specializzazione in "Giornalismo on line"

- Laurea specialistica in "Culture e linguaggi per la comunicazione"

- Laurea triennale in "Scienze della comunicazione"

Seguimi anche sui canali social:

 

 

 

SCENOGRAFA, DECORATRICE, CREATIVA, ARTISTA: INTERVISTA CON L'EVENT E PARTY PLANNER, MONICA TOMASELLO, PRESIDENTE DI MON'DO' E CREATTIVAMENTE

Inviato 2018/12/19

Redazionale di Sonia La Farina

«Ho sempre trovato difficile raccontare con una sola parola il mio lavoro. A volte invidio chi ha una definizione bella e pronta da stampare sul proprio biglietto da visita. Per me non è così… sono una stylist, una scenografa, una decoratrice, un direttore creativo e artistico… sono anche un po’ psicologa (per capire cosa vogliono certi clienti spesso infatti ce ne vuole…). I miei clienti mi chiamano per organizzare ed allestire i loro eventi, decorare le loro tavole, arricchire un ambiente per un’occasione speciale… ed io lo faccio. Tutto qua…».

Con queste parole si presenta Monica Tomasello, event e party planner catanese, che ha scelto di raccontare se stessa e il suo lavoro su sonialafarinanews.

Presidente dell’Associazione Culturale MON’DO’ e del Centro Studi e Laboratorio CreAttivaMente, Monica Tomasello si occupa di organizzare feste ed eventi di ogni tipo, sia pubblici che privati.

«In genere seguo tutte le fasi di lavoro – spiega Monica – da quella ideativa e più creativa a quella organizzativa, di relationship con gli eventuali partners e clienti, fino a quella promozionale ed amministrativa. Svolgo tale attività anche gestendo una piccola location: “Giardino Privato Mon’Do’”. Su richiesta ho allestito ed allestisco anche presso altre location».

La party planner ha curato personalmente la scenografia e l’allestimento dei palchi di diversi eventi: da Miss Blu Mare presso il teatro Sciascia di Aci Bonaccorsi, alla Sagra del Cannolo sempre ad Aci Bonaccorsi. E ancora la Sagra della Birra a Valverde e il Premio Nazionale Garitta a Santa Tecla.

«La sfilata Miss Blu Mare – ci racconta – è stata una bellissima esperienza. Per la prima volta ho infatti allestito un palco, che non è come allestire un semplice tavolo. In quell’occasione sono riuscita a creare una scenografia aerea con un cielo stellato. Riguardo la Sagra del Cannolo invece ho creato una scena più folcloristica, giocando con i colori della nostra Sicilia, il giallo e il rosso. Ultimo lavoro proprio lo scorso sabato, al Marina Palace di Acitrezza, in occasione del Luxory Fashion Event, evento di beneficienza curato, organizzato e presentato dall’Accademia Moda e Spettacolo Giani Belebung di Gianni Vinciguerra, per il quale ho curato scenografia e allestimento».

Entusiasta, creativa, attenta ai dettagli, Monica Tomasello ama il suo lavoro con tutta se stessa, per questo non lascia mai niente al caso: «quando mi assegnano un allestimento innanzitutto studio la persona che ho davanti, cerco di capire la personalità e successivamente propongo la soluzione che ritengo possa essere cucita addosso alla persona che mi sta richiedendo il lavoro. Cerco di essere sempre pronta a dare nuove idee e studio sempre nuove soluzioni. L’attenzione che metto al particolare è quello che mi contraddistingue. La creatività nel giocare con i materiali poveri e nel creare tutto con le mie mani. Realizzo anche graficamente, stampo. Non sono per il “tutto pronto” o “compro e metto”, cerco sempre di aggiungere qualcosa di mio, credo molto nella realizzazione delle cose fatte a mano, perché questa è la parte più bella di questo lavoro. L’oggetto realizzato artigianalmente contiene una sorta di energia che è tutto l’amore che ci metti, il tempo che ci hai speso. E questo amore arriva alla gente. Sono proprio le piccole cose, quei dettagli, che magari non vengono notate nel dettaglio, nell’insieme mi aiutano a creare la sensazione che poi viene trasmessa».

Suo braccio destro, suo punto di appoggio nella vita e nel lavoro, è suo marito Domenico Privitera. Vicepresidente dell’associazione, Domenico è un braccio “invisibile” ma fondamentale, è colui che aiuta Monica anche materialmente e che cura la parte amministrativa, è colui che sta dietro le quinte. Con Domenico, Monica ha creato il suo mondo, il suo MON’DO’: «l’associazione MON’DO’ fa riferimento al mondo, con le due mani che si tengono a formare il mondo e le iniziali di Monica e Domenico, io e mio marito».

E Domenico è anche la persona con la quale Monica ha vissuto un’esperienza che l’ha cambiata profondamente e che le ha permesso di realizzare tutto questo.

«Un’esperienza che ha segnato la mia vita – confessa la party planner – riguarda i 7 anni che ho trascorso a Pesaro con mio marito: ho vissuto una realtà diversa da quella catanese, ho conosciuto nuove cose, ma soprattutto ho capito quanto amo la mia terra. Abbiamo scelto quindi di ritornare, portandoci questo bagaglio, ma con la voglia di fare qualcosa nella nostra terra, di valorizzarla, di fare felice la nostra gente. Io credo che siamo la terra della creatività, della voglia di fare festa, della convivialità. È bellissimo organizzare feste, allestire in questa terra che offre scenari spettacolari, posti splendidi, vegetazione meravigliosa. È bellissimo lavorare per questa gente che ha tanta voglia di divertirsi e che ama la vita».

 

Monica Tomasello è anche presidente del Centro Studi e Laboratorio CreAttivaMente, infatti la party planner crea anche eventi e laboratori creativi.
I prossimi appuntamenti sono:
Christmas Kind Party, sabato 23 dicembre, dalle 16.30 alle 19.30, presso la sede di MON’DO’, via Pietro Mascagni 10 Aci Bonaccorsi. «Si tratta di una festa natalizia per bambini – spiega Monica Tomasello – ci sarà il laboratorio creativo, Babbo Natale con cui fare le foto, just dance natalizia, omaggi per tutti, rinfresco».

Bingo Party, sabato 5 gennaio, dalle 17 alle 19, sempre presso MON’DO’. «Una simpatica tombola in inglese per bambini di età compresa tra i 5 e 10 anni – aggiunge la party planner – con premi per tutti».

Ma appuntamento più importante è un’iniziativa che partirà con il nuovo anno e che darà l’opportunità a chi ama fare il lavoro di Monica di diventare party planner e di collaborare con lei, ovvero il corso di Party Planner + Creativity Lab.
«Si tratta di un corso che, grazie alla sinergica commistione di teoria e pratica – spiega dettagliatamente Monica Tomasello – fornirà tutti gli strumenti per realizzare un progetto di “party” completo, attraverso lo studio di specifiche metodologie di lavoro declinandole al meglio in relazione ai desideri dei clienti, alle esigenze di budget e alle eventuali criticità di carattere logistico. Verranno analizzate tutte le fasi che compongono un evento, per arrivare alla sua visione globale e al perfetto coordinamento dei fornitori. Particolare attenzione verrà data alla fase dell’allestimento per il raggiungimento di una scenografia emozionale impeccabile che aggiunga prestigio all’evento.

Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione. In quell’occasione verranno esposti i lavori realizzati durante il Creativity Lab. Il corso avrà una durata di 12 ore e sarà tenuto, oltre che da me, da Veronica Salamone (weddind & party planner - Viglianisi Catering), Simona Carà (cake designer - Dolcemente Dessert), Anna Rapisarda (animatrice e balloons artist), Sonia Carrera (party decor & paper decor - Sweet Creations)».

Monica Tomasello, stylist, scenografa, decoratrice, direttore creativo e artistico e anche un po’ psicologa… event e party planner e docente di laboratori creativi, o semplicemente “artista”, perché chi lavora con la mente, con le mani e con il cuore, non può che essere definito tale, è presente su Facebook con il suo profilo Monica Tomasello, le pagine Facebook Monica Tomasello Events Planner e Mon’Do’- CreAttivaMente ed il relativo gruppo Amici di Mon’Do’.

Per info potete consultare il sito http://monicatomasellopartyplanner.simplesite.com o contattare Monica ai seguenti recapiti telefonici 3931600340 - 3886515084

 

 

 

 "Non ho potuto sempre dire tutto quello che volevo, ma non ho mai scritto quello che non pensavo". (Indro Montanelli)

 

 

 

 

"Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare, e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, e le violenze che non è stato mai capace di combattere". (Giuseppe Fava)

 

 

 

 

"Il compito di un dottore è guarire i pazienti, il compito di un cantante è cantare. L’unico dovere di un giornalista è scrivere quello che vede". (Anna Politkovskaja)

 

 

 

 

 

 

"Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere". (Vittorio Feltri)