Maltrattamenti in famiglia: picchia la moglie, mentre è sotto effetto di cocaina, e la minaccia con un coltello.

Un uomo di 42 anni avrebbe minacciato di morte la moglie, dopo averla maltrattata per circa 1 anno. «Se ancora parli ti ammazzo», queste le parole dell’aggressore.

Una violenza scaturita anche dall’uso di droga, cocaina, da parte di un uomo che avrebbe continuato i maltrattamenti anche davanti ai figli e alla suocera disabile.

Inoltre, il 42enne avrebbe minacciato e pedinato anche i parenti della moglie.

I maltrattamenti sarebbero durati dall’aprile 2018 al marzo scorso. La vittima sarebbe finita anche al pronto soccorso a causa di un’aggressione che le avrebbe provocato la rottura della membrana del timpano sinistro.

La donna non avrebbe denunciato il marito per i maltrattamenti subiti, invitandolo solo ad andarsene. Ma lo scorso mese, le forze dell’ordine hanno sorpreso l’uomo nei pressi dell’abitazione della moglie dentro un’auto con un tondino di ferro mentre aspettava la donna.

Questa è stata la molla che ha spinto la donna a denunciare il marito.

La procura distrettuale della repubblica di Catania ha richiesto e ottenuto la misura cautelare in carcere per il marito, eseguita dai carabinieri della stazione di Librino.