Meridi, perquisizioni sul gruppo di Nino Pulvirenti. Si ipotizza bancarotta.

La guardia di finanza di Catania sta eseguendo delle indagini sulla crisi di Meridi, il gruppo di Nino Pulvirenti, con l’ipotesi di bancarotta.Il patron del Calcio Catania detiene, infatti, la società del gruppo Finaria, essendone azionista di maggioranza.

La crisi del gruppo ha portato alla chiusura di molti supermercati Forté. Con relativo rischio di licenziamento di molti dipendenti.

L’esposizione debitoria di Meridi è di oltre 90 milioni di euro, che l’ha portata all’insolvenza e alla nomina di commissari giudiziali.

I finanzieri stanno, dunque, acquisendo tutta la documentazione relativa i rapporti commerciali tra Meridi e le altre imprese del gruppo Finaria.

Nello specifico le fiamme gialle stanno perquisendo: la Torre del Grifo Village, l’hotel La Fenice di Belpasso, l’istituto di vigilanza privata Ancr di Belpasso. E ancora, la Sicurtransport e l’azienda agricola Biorossa. Le sedi di uno studio commercialista a Messina e di uno studio legale internazionale a Roma.

Nonché le residenze di Nino Pulvirenti e di altre persone coinvolte.