Pubblicato il 22/06/2020 da Sonia La Farina

Coronavirus Catania solo 17 casi totali. Stavolta i dati sono esatti?

Vi avevamo lasciati con quasi 400 casi nella provincia etnea appena pochi giorni fa.

(Leggi anche: Coronavirus, i ricoverati nella provincia di Catania ormai sono solo 10).

Poi il terremoto: dati della Regione “SBAGLIATI”.

(Leggi anche: Calcoli Regione sbagliati: positivi solo 153. Verso Covid free).

E adesso addirittura gli attuali positivi a Catania sono solo 17.

Nella speranza che non ci siamo più dubbi ed errori, siamo davvero verso il Covid free.

Ecco i dati della Regione Siciliana:

«Questi i casi di Coronavirus riscontrati nelle varie province dell’Isola. Aggiornati alle ore 17 di oggi. Così come segnalati dalla Regione Siciliana all’Unità di crisi nazionale.

Dall’inizio dei controlli, i tamponi effettuati sono stati 192.138 (+4.269 rispetto a venerdì 19 giugno), su 159.796 persone. Di queste sono risultate positive 3.072 (+2). Mentre attualmente sono ancora contagiate 141 (-9). 2.651 sono guarite (+11) e 280 decedute (0).

Degli attuali 141 positivi, 26 pazienti (0) sono ricoverati, di cui 6 in terapia intensiva (+1). Mentre 115 (-9) sono in isolamento domiciliare.

Coronavirus Catania solo 17 casi. Le province:

Agrigento: 4 (0 ricoverati, 130 guariti e 1 deceduto nei presidi ospedalieri della provincia).

Caltanissetta: 7 (1 ricoverati, 167 guariti e 11 deceduti).

Catania: 17 (9 ricoverati, 659 guariti e 101 deceduti).

Enna: 7 (0, 402 guariti e 29 deceduti).

Messina: 23 (9 ricoverati, 390 guariti e 59 deceduti).

Palermo: 69 (7 ricoverati, 391 guariti e 38 deceduti).

Ragusa: 2 (0 ricoverati, 78 guariti e 7 deceduti).

Siracusa: 7 (0 ricoverati, 284 guariti e 29 deceduti).

Trapani: 5 (0 ricoverati, 126 guariti e 5 deceduti).

Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana.

Si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dal Ministero della Salute per contenere la diffusione del virus. Per ulteriori approfondimenti visitare il sito dedicato www.siciliacoronavirus.it. Oppure chiamare il numero verde 800.45.87.87».