Prete vittima di estorsione: minacciano di diffondere video a sfondo sessuale.

I carabinieri di Paternò hanno arrestato una donna per estorsione aggravata, in danno di un sacerdote.Nel gennaio del 2019, il sacerdote, infatti, aveva accettato l’amicizia a un giovane imbianchino.

Il ragazzo si era mostrato interessato a nuove esperienze sessuali. Pur dichiarando di esser fidanzato.

Il giovane, dunque, ha iniziato a mostrarsi in foto. E percependo che il prete provasse una certa attrazione per lui, lo ha invitato a un incontro presso una struttura alberghiera di un conoscente.

Al no del sacerdote, l’adescatore ha postato delle foto dal contenuto erotico. Invitando il prete a contraccambiare.

Il prete ha ceduto alle lusinghe. Postando un video dove mostrava le sue parti intime e il proprio volto riflesso in uno specchio.

Il giovane ha rivelato poi al sacerdote che quelle immagini erano state viste dalla fidanzata.

La quale ha minacciato di diffondere il video compromettente.

Quindi, in previsione che la fidanzata avrebbe voluto incontrare il prete, il giovane imbianchino ha suggerito alla vittima di riferire alla ragazza che nel 2018 avendo fatto dei lavori di tinteggiatura in parrocchia doveva ancora ricevere il saldo di 3.600 euro.

La donna, quindi, “invitava” il prete a presentarsi all’interno della villa di Acireale con i 3.600 euro. Altrimenti lo avrebbe denunciato all’Arcivescovo di Catania e alla trasmissione “Le Iene”.

Per paura di uno scandalo, il sacerdote ha ritirato il denaro in banca per poi recarsi all’appuntamento. Qui ha trovato la donna che ha incassato la somma.

La ragazza ha poi richiesto altro denaro al prete. Parlando di una presunta gravidanza e dell’esigenza di prendere in affitto un’abitazione.

Il prete, preoccupato dallo scandalo le ha consegnato altre 4.000 euro.

La ragazza ha continuato. Ma il prete vittima di estorsione ha trovato il coraggio di denunciare tutto ai carabinieri.